HomeComunicati stampa • 29 mag 12

4500 bottiglie di Custoza per la festa del Nodo d’Amore

4500 bottiglie di Custoza per la festa del Nodo d'Amore

La sera di martedì 19 giugno 2012 torna sul Ponte Visconteo di Valeggio sul Mincio (Verona) la Festa del Nodo d’Amore, una cena all’aperto per 3.300 persone, sedute ad una tavolata lunga più di un chilometro per degustare la classica specialità valeggiana, il tortellino dalla sfoglia sottilissima, uno scrigno di sfoglia dorata arricchito di profumato ripieno di carne brasata, abbinato al Custoza, il vino bianco delle colline della zona, che si distendono tra Verona e il Garda.
Giunta alla diciannovesima edizione, la cena dei record trae ispirazione dalla storia dell’amore contrastato tra la ninfa Silvia e il valoroso capitano Malco: la loro passione è simbolizzata da un fazzoletto di seta annodato ed è all’immagine di quell’amoroso nodo che si conformano i 13 quintali di tortellini, rigorosamente fatti a mano uno per uno, che 15 ristoratori di Valeggio, depositari della ricetta del Nodo d’Amore, serviranno ai commensali sullo storico ponte. Organizzata dall’Associazione Ristoratori di Valeggio sul Mincio, la Festa del Nodo d’Amore si avvale quest’anno della partnership del Consorzio di tutela del Custoza: saranno 4.500 le bottiglie stappate nel corso della serata. All’opera quasi 500 persone: 100 cuochi, altrettanti sommelier, circa 300 addetti al servizio e alla logistica.
La splendida location della cena “obbliga” gli organizzatori, per ragioni di spazio, a mantenere il “numero chiuso” dei 3.300 partecipanti, provenienti anche dall’estero, ma allo stesso tempo permette loro di concentrare gli sforzi sul versante della qualità, rendendo la serata sempre più suggestiva ed esclusiva e accrescendo anno dopo anno l’interesse per una manifestazione che dal 1993 offre un mix irresistibile di atmosfera e buon cibo, fra tradizione e novità. In tema di novità, quella del 2012 è proprio il connubio tra il Nodo d’Amore e il Custoza, che per le sue caratteristiche di abbinabilità, delicatezza e leggera aromaticità è partner ideale per le ricette dei ristoratori di Valeggio. “Il menù della festa – spiegano i responsabili dell’Associazione Ristoratori di Valeggio – vuol essere un balletto di sapori e profumi all’insegna del sistema agroalimentare, gastronomico e turistico del Veronese, e in questa linea si orienta anche quel nuovo ‘Stile Custoza’ che insieme con il Consorzio di tutela abbiamo messo in campo alla recente edizione del Vinitaly e che ora vogliamo continuare ad adottare nella nostra iniziativa en plen air sul Ponte Visconteo”. Coerente con un’edizione all’insegna dei sapori scaligeri è anche la presenza sulle tavole del formaggio Monte Veronese, un’altra eccellenza del territorio.
Creata e gestita dall’Associazione Ristoratori, la Festa coinvolge anche l’Amministrazione Comunale di Valeggio sul Mincio e le associazioni di categoria della cittadina e può contare sull’entusiasmo di tutta Valeggio, una vera “cittadella gastronomica” per i suoi 40 ristoranti che, tutti insieme, possono accogliere tanti ospiti quanti sono gli abitanti (circa 11.000) dell’intero comune. Una testimonianza di come la collaborazione tra pubblico e privato possa condurre a risultati di assoluta eccellenza, all’insegna della convivialità e dell’ospitalità. E proprio per accogliere al meglio gli ospiti, anche quest’anno è stato confermato il servizio navetta gratuito dal centro di Valeggio.
Come ogni anno la Festa sul Ponte Visconteo sarà anche l’occasione per premiare due personalità che si sono distinte in ambito giornalistico e gastronomico: il premio Nodo d’Amore, un piatto celebrativo realizzato per l’occasione dal maestro orafo Alberto Zucchetta, verrà consegnato alla giornalista Monica Rubele ed a Giovanni Rana.
“Un ringraziamento – dice l’Associazione Ristoratori – va agli sponsor, che con il loro sostegno consentono alla manifestazione di migliorare e contribuiscono a scriverne la storia e diffonderne la filosofia: promuovere e valorizzare sempre meglio Valeggio e il suo Nodo d’Amore”.

facebook twitter Pin It

psr regione

Iniziativa finanziata dal programma di Sviluppo Rurale per il veneto: 2007 / 2013 - Organismo responsabile dell’informazione: CONSORZIO TUTELA VINO CUSTOZA DOC - Autorità di gestione: Regione Veneto - Direzione Piani e Programmi del Settore Primario

Scroll to top