andamenti vendemmiali

  • VENDEMMIA 2014: RIDUZIONE RESE ETTARO IN ZONE GRANDINATE

    Con Decreto di Avepa n. 345 del 14 agosto 2014 AVepa ha delimitato le zone colpite da precipitazioni di carattere grandinigeno a seguito dei particolari eventi atmosferici verificatisi tra aprile e luglio 2014.
    Nella delimitazione territoriale sono state individuate due sottozone
    1. Sottozona A: evento di minore intensità con riduzione del 25% della resa ad ettaro uva atta a produrre vino Custoza doc
    2. Sottozona V: evento di maggiore intensità con riduzione del 35% della resa ad ettaro uva atta a produrre vino Custoza doc
    NB: Le riduzioni sono intese non solo per il Custoza, ma per tutte le doc e/o igt che verranno rivendicate sui vigneti insistenti nelle aree delimitate.
    E’ permessa comunque la rivendicazione del supero del 20% in riferimento alla resa rivendicata.
    Si informa che la delimitazione delle zone grandinate è già caricata negli applicativi AVEPA, che però non bloccano le quantità rivendicabili, ma evidenziano le particelle interessate con un “warning”. Inoltre l’applicativo non riconosce i mappali in anomalia P30, che in fase di denuncia non vengono quindi evidenziati. Vi raccomandiamo quindi di porre la massima attenzione, in sede di denuncia di raccolta, nel rispettare quantitativi di uva consentiti in quanto Avepa provvederà a
    posteriori all’estrazione delle unità vitate oggetto di riduzione ed effettuerà un controllo puntuale per verificare il regolare carico dei quantitativi di uva nelle zone colpite dalla grandine.
    Sul sito istituzionale dell’Agenzia (www.avepa.it) nella sezione vitivinicolo al link http://www.avepa.it/avepa/viti-racuva-documenti è disponibile il Decreto, ed il dettaglio di Comuni, Fogli e mappali interessati con relativa sottozona per verificare la percentuale di riduzione.
    Si rende noto inoltre che le aziende possono fare ricorso ad Avepa nel caso i loro vigneti non abbiano subito danni, o che la percentuale di danno sia inferiore a quella deliberata. Il ricorso deve essere presentato prima della vendemmia, pena la non validità.
    Si specifica che in caso di ricorso, Avepa, prima di effettuare sopralluogo, richiederà perizia e polizza assicurativa e se questa dovesse riportare una percentuale del danno superiore a quella deliberata, procederà all’ulteriore riduzione delle rese rivendicabili dall’azienda ricorrente, al fine di parificarle a quelle risarcite dall’assicurazione.

  • VENDEMMIA 2012

    La vendemmia del 2012 ha visto un calo di produzione del 20% circa per le uve precoci, raccolte prima delle piogge di settembre. Le altre varietà hanno mostrato un andamento in linea con la media degli ultimi anni, con un progressivo positivo accumulo di sostanze aromatiche, grazie alle maggiori escursioni termiche, specie nella Bianca Fernanda, biotipo locale del Cortese, che ha consentito di esaltare le note fruttate e floreali del Custoza.

    Va ricordato che i vigneti del Custoza sono pressoché tutti irrigui, ed è stato grazie all´intelligente e dosato uso dell´irrigazione che è stato possibile portare in cantina uve di buona qualità anche in una annata ostica come questa.

    L´andamento climatico, inoltre, unito ai metodi di difesa integrata della viticoltura nell´area del Custoza da oltre vent’anni ha permesso di raccogliere uve sanissime e mature.

    Per quanto riguarda la qualità, è stato fondamentale il monitoraggio costante delle uve, allo scopo di individuare il momento migliore per la vendemmia delle diverse varietà: nella media, si sono riscontrate acidità molto buone soprattutto per Garganega, Trebbiano e Bianca Fernanda, peraltro con PH un po’ più elevati delle annate precedenti e gradazione zuccherine nella media.

Scroll to top