Curiosità e memorabilia

  • L’Ossario di Custoza


    ossarioL’Ossario di Custoza è un sacrario a forma di torre alta quasi 40 metri, inaugurato da re Umberto I il 24 giugno del 1879 per raccogliere i resti dei soldati di ogni nazionalità morti nelle battaglie combattute a Custoza durante le guerre d’indipendenza del 1848 e del 1866.

    Fortemente voluto da don Gaetano Pivatelli, parroco del paese, venne realizzato a seguito di un concorso nazionale, che vide come vincitore l’architetto veronese Giacomo Franco.

  • Villa Vento


    la_mia_canzone_al_ventoPoco lontano dall’Ossario di Custoza sorge Villa Vento, oggi ristorante, ma già dimora del tenore Giuseppe Lugo.

    Nato nel 1899 a Rosolotti di San Giorgio in Salici, una frazione di Sona, debuttò come cantante all’Opéra-Comique di Parigi la sera del 6 ottobre 1931 nel ruolo di Mario Cavaradossi nella Tosca. Fu l’inizio di un’importante carriera artistica, che vide Lugo cimentarsi anche come attore in alcuni film. Esordì sul grande schermo nel 1939 con “La mia canzone al vento” di Guido Brignone, nel quale cantava il famosissimo omonimo motivo.

    Ritiratosi dalle scene nel 1949, prese dimora a Custoza a Villa Canossa, da lui ribattezzata Villa Vento in onore della canzone che gli aveva portato la maggiore popolarità. Morì a Milano nel 1980.

  • Il ponte di Borghetto


    senso_posterDi certo meno celebre ed imponente del monumentale ponte visconteo dal quale è poco discosto, il piccolo ponte ligneo di Borghetto, sul Mincio, nel 1954 fece da fondale ad alcune memorabili sequenze del film “Senso” di Luchino Visconti, ambientato in epoca risorgimentale.

  • Il Museo Nicolis


    museo_nicolis

    Voluto dall’imprenditore veronese Luciano Nicolis, il “Museo Nicolis dell’auto, della tecnica e della meccanica” è ospitato in un modernissimo edificio in vetro e acciaio alle porte di Villafranca di Verona.

    Raccoglie centinaia di auto d’epoca perfettamente funzionanti, centinaia di motociclette, altrettante biciclette di grandi campioni, ma anche quattrocento macchine fotografiche, macchine per scrivere, strumenti musicali, piccoli velivoli, opere inedite dell’ingegno umano.  www.museonicolis.com

  • Il parco giardino Sigurtà


    parco_sigurta

    Il parco giardino Sigurtà è un’oasi di verde a Valeggio sul Mincio. Si estende su una superficie di 600 mila metri quadrati. Ed ha origine da quel “brolo cinto de muro” che viene citato in un documento del 1617.

    Giardino dell’attuale Villa Sigurtà, continuò a crescere grazie alle cure di Carlo Sigurtà, che lo acquistò nel 1941, trasformandolo in un capolavoro della botanica e del giardinaggio.Dal 1978 il parco è aperto al pubblico da marzo a novembre. www.sigurta.it

     

psr regione

Iniziativa finanziata dal programma di Sviluppo Rurale per il veneto: 2007 / 2013 - Organismo responsabile dell’informazione: CONSORZIO TUTELA VINO CUSTOZA DOC - Autorità di gestione: Regione Veneto - Direzione Piani e Programmi del Settore Primario

Scroll to top